2021 FIA Formula One Azerbaigian Grand Prix – Race – Sunday


Alfa Romeo Racing ORLEN ha conquistato il secondo posto consecutivo a punti in un Gran Premio dell’Azerbaigian che ha mantenuto la maggior parte delle emozioni per le fasi finali. Kimi Räikkönen e Antonio Giovinazzi hanno offerto una prestazione offensiva fin dall’inizio, recuperando posizioni e sfidando fin dall’inizio la top ten, con il finlandese che alla fine è finito decimo per aggiungere un punto al bottino della squadra – e aprire il suo conto personale per il stagione nel processo.

Partito dal fondo della griglia, Antonio ha fatto una buona partenza per salire fino alla 15ma posizione, proprio dietro Kimi. Una chiamata strategica per fermarlo dopo soli due giri, per montare gomme dure, ha dato i suoi frutti in quanto Antonio ha potuto poi risalire altre due posizioni mentre i suoi rivali si fermavano ai box, con Kimi – che partiva con gomme medie su una strategia alternativa – in P15. Una safety car, portata in campo a causa di un incidente a Lance Stroll, ha permesso al team di chiamare Antonio per un altro treno di gomme dure ma, proprio mentre la gara volgeva al termine senza incidenti, una bandiera rossa per l’incide di Max Verstappen ha permesso a tutti di montare gomme morbide fresche per uno sprint di due giri verso la bandiera a scacchi.

Alla ripartenza, Kimi ha mantenuto la calma per passare dall’11° al 10°, l’ultima posizione a punti, mentre Antonio, che aveva recuperato posizioni con una buona fuga, è stato ritardato alla curva due e alla fine ha tagliato il traguardo in P11, appena fuori i punti. Dopo un sabato impegnativo, la squadra ha mostrato resilienza e buon passo per recuperare più posizioni possibili e portare a casa un altro buon punto.

È una prestazione che incoraggia tutti, sia a bordo pista che a Hinwil, e ci dà fiducia mentre ci prepariamo per le prossime gare in calendario.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN e CEO Sauber Motorsport AG:

“Possiamo essere contenti di aver portato a casa un punto, soprattutto perché abbiamo mostrato un buon ritmo con entrambe le vetture dall’inizio alla fine.

Partivamo da posizioni tutt’altro che ideali, ma tutti in squadra hanno fatto un buon lavoro per permetterci di lottare per i punti fino agli ultimi giri: finire tra i primi dieci per la seconda gara consecutiva premia la guida pulita, una strategia che ha permesso a entrambi i piloti di trovarsi in una posizione di combattimento e di fare delle buone soste.

Alla ripartenza abbiamo dovuto giocarci le nostre carte in modo intelligente perché tutti avrebbero rischiato, ma alla fine siamo riusciti a tirare fuori un buon punto. Abbiamo mostrato ancora una volta i progressi che abbiamo fatto e come siamo in grado di lottare regolarmente per la top ten, ma c’è ancora del lavoro da fare.

Siamo fiduciosi e le ultime gare ci hanno davvero incoraggiato, quindi possiamo continuare a spingere verso il nostro obiettivo”.

Kimi Raikkonen (auto numero 7):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Telaio 04/Ferrari)
Risultato gara: 10°
Giro più veloce: 1:45.601 (L43)
Gomme: New Medium (13 giri) – New Hard (35 giri) – New Soft (3 giri)

“Non è successo molto nella mia gara fino agli ultimi due giri, quindi è bello portare a casa un punto. I sorpassi si sono rivelati sorprendentemente difficili, siamo stati in grado di raggiungere le vetture davanti a noi con relativa facilità, ma non siamo riusciti a fare il movimento.

La ripartenza dopo la bandiera rossa è stata piuttosto movimentata, potevamo fare di meglio ma poteva anche andare storto quindi prendiamo il punto. Non credo che avremmo potuto fare di più, alla fine”.

Antonio Giovinazzi (vettura numero 99):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Telaio 03/Ferrari)
Risultato gara: 11°
Giro più veloce: 1:45.575 (L44)
Gomme: New Soft (2 giri) – New Hard (32 giri) – New Hard (14 giri) – New Soft (3 giri)

“Ho fatto una grande partenza e questo mi ha permesso di tornare a lottare per i punti sin dall’inizio. Non è stata una gara facile perché ho avuto un piccolo problema con i freni, che non è l’ideale su una pista come questa, ma il mio passo era comunque abbastanza buono.

Abbiamo fatto una sosta anticipata per battere alcuni dei nostri rivali e dopo è stato un po’ tranquillo fino alla bandiera rossa. Alla ripartenza ho guadagnato alcune posizioni alla prima curva ma ho avuto un contatto con Ricciardo alla seconda curva e la mia macchina è andata in anti-stallo.

Penso che abbiamo tirato fuori tutto il possibile da questa gara, soprattutto partendo dall’ultimo posto, e siamo finiti così vicini alla zona punti. Oggi sono successe tante cose, alla fine è stata una gara abbastanza folle, ma dobbiamo essere contenti perché abbiamo ottenuto un altro punto con Kimi, la seconda gara consecutiva per la nostra squadra”.

 

Alfa Romeo Racing ORLEN claimed their second points finish in a row in an Azerbaijan Grand Prix that kept most of the thrills for the closing stages. Kimi Räikkönen and Antonio Giovinazzi delivered an attacking performance from the start, making up places and challenging for the top ten from the very beginning, with the Finn eventually finishing in tenth to add a point to the team’s tally – and open his personal account for the season in the process.

 

Starting from the very back of the grid, Antonio made a strong start to climb all the way to P15, right behind Kimi. A strategic call to pit him after just two laps, to fit hard tyres, paid off as Antonio could then climb two further positions as his rivals pitted, with Kimi – starting on medium tyres on an alternative strategy – in P15. A safety car, brought in due to an accident to Lance Stroll, allowed the team to call Antonio in for another set of hard tyres but, just as the race was coming to an uneventful close, a red flag for Max Verstappen’s crash allowed the whole field to mount fresh soft tyres for a two-lap sprint to the flag.

 

At the restart, Kimi kept his cool to go from 11th to 10th, the final points-paying position, while Antonio, who had made up places with a good getaway, got delayed at turn two and eventually crossed the line in P11, just outside the points. After a challenging Saturday, the team showed resilience and good pace to make up as many positions as possible and bring home another good point. It’s a performance that encourages everyone, both trackside and in Hinwil, and gives us a confidence boost as we gear up for the next races in the calendar.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN and CEO Sauber Motorsport AG: “We can be happy with bringing a point home, especially as we displayed good pace with both cars from start to finish. We were starting in far from ideal positions, but everyone in the team did a good job to allow us to fight for points until the final laps: to finish in the top ten for the second race running is a reward for clean driving, a strategy that allowed both drivers to be in a fighting position and some good stops. At the restart, we had to play our cards smartly as everyone was going to take some risks, but in the end we managed to come away with a good point. We have once again shown the progress we have made and how we’re in the position to be fighting for top tens regularly, but there’s still work to be done. We are confident and the last few races have really encouraged us, so we can keep pushing towards our objective.”

Kimi Räikkönen (car number 7):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Chassis 04/Ferrari)
Race result: 10th
Fastest lap: 1:45.601 (L43)
Tyres: New Medium (13 laps) – New Hard (35 laps) – New Soft (3 laps)

“Not a lot happened in my race until the last two laps, so it’s good to bring home a point. Overtaking proved surprisingly difficult, we were able to catch up with the cars ahead of us relatively easily but we couldn’t make the move. The restart after the red flag was quite hectic, we could have been better but it could have also gone badly wrong so we’ll take the point. I don’t think we could have done more, in the end.”

Antonio Giovinazzi (car number 99):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Chassis 03/Ferrari)
Race result: 11th
Fastest lap: 1:45.575 (L44)
Tyres: New Soft (2 laps) – New Hard (32 laps) – New Hard (14 laps) – New Soft (3 laps)

“I had a great start and this allowed me to be back in the battle for the points from the start. It wasn’t an easy race as I had a small issue with the brakes, which is not ideal on a track like this, but my pace was quite good anyway. We made an early stop to undercut some of our rivals and after that, it was a bit quiet until the red flag. At the restart, I gained some positions on turn one but I made contact with Ricciardo at the second corner and my car went into anti-stall. I think we got all we could out of this race, especially starting from last, and we ended up so close to the points. Many things happened today, it was quite a crazy race in the end, but we need to be happy as we got to score another point with Kimi, the second race in a row for our team.”

Facebook

22 hours ago

Happy Birthday @kimimatiasraikkonen

4 days ago