Gran Premio FIA Formula Portogallo 2021 – Gara – Domenica – 2021 FIA Formula Portuguese Grand Prix – Race – Sunday


Un’altra domenica di gara, un’altra occasione in cui il team Alfa Romeo Racing ORLEN è apparso forte… ma i punti sono rimasti inafferrabili. In Portogallo, in una gara che ancora una volta ha visto pochissimi attriti, abbiamo corso forte, mostrando ritmo e grinta ma arrivando a casa appena fuori dalla top ten.

Antonio e Kimi, partiti rispettivamente in P12 e P15 dopo una buona prestazione sabato, sembravano pronti a lottare per la zona punti per tutta la gara: una buona partenza ha posto il finlandese in una buona posizione, ma il contatto con il suo compagno di squadra ha portato la gara di Iceman ad una fine prematura. Antonio, nella restante C41, ha fatto un ottimo lavoro nel suo primo stint per tenere a bada l’Alpine di Alonso, prima di partire all’inseguimento di Vettel dopo il pit-stop.

Antonio ha sorpreso il quattro volte iridato prima di sorpassarlo con una manovra decisiva sull’esterno della prima curva: ha poi controllato le due Aston Martin alle sue spalle, tenendole lì fino alla bandiera a scacchi. Con poca azione davanti all’italiano, ha tagliato il traguardo in P12.

Nessuna ricompensa definitiva per la squadra, quindi, ma la consapevolezza di poter essere lì o lì vicino quando una gara produce qualche sorpresa in più. Non è ancora dove vogliamo essere, ma è un mondo lontano da dove eravamo l’anno scorso dopo tre round. Continuiamo a lavorare.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN e CEO Sauber Motorsport AG: “È stata una domenica mista per noi: da un lato, abbiamo perso un’auto a causa del contatto tra i compagni di squadra, che è una delle cose peggiori che possono accadere, in senso sportivo, a una squadra; Antonio invece ha fatto un ottimo lavoro con la vettura rimasta, tenendosi dietro la maggior parte dei nostri diretti rivali e finendo appena fuori dalla zona punti. Continuiamo a mostrare quanto può essere competitiva la macchina in gara, ma ci manca ancora qualcosa per essere tra i primi dieci in circostanze normali: il nostro lavoro non si ferma e continueremo a spingere per arrivarci costantemente “.


Kimi Räikkönen (auto numero 7):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Telaio 04 / Ferrari)
Risultato della gara: DNF
Giro più veloce: 1: 33.673 (L1)
Pneumatici: New Soft (1 giro – DNF)

“Non vuoi mai avere contatti con il tuo compagno di squadra, e questa volta purtroppo è stato un mio errore. Sono stato sorpreso dalla scia e sono finito contro Antonio. Non ho potuto fare molto dopo, l’ala anteriore si è incastrata sotto la macchina e non ho potuto sterzare: tutto quello che potevo fare era andare dritto nella ghiaia. È una delusione perché sembrava che avessimo un ritmo decente, ho fatto una buona partenza e la gara avrebbe potuto essere positiva. L’unico aspetto positivo era che almeno Antonio non ha ricevuto alcun danno ed è stato in grado di continuare “.


Antonio Giovinazzi (vettura numero 99):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Telaio 03 / Ferrari)
Risultato della gara: 12 °
Giro più veloce: 1: 22.167 (L60)
Pneumatici: New Medium (22 giri) – New Hard (43 giri)

“Sento che oggi abbiamo ottenuto tutto quello che potevamo dalla gara: non era possibile avvicinarsi più di così alla top ten. Dopo il contatto con Kimi, da cui per fortuna non ho subito danni, e la Safety Car, ha reso davvero difficile entrare in zona punti: sono partito 12 ° e sono finito lì. Ho comunque fatto una gara divertente, alcune battaglie con Alonso e Vettel che mi hanno tenuto impegnato: ero felice di essere riuscito a superare Seb e tenere entrambe le Aston Martins dietro fino alla gara. Continueremo a lavorare duramente per arrivare presto ai punti “.

Another race Sunday, another occasion in which the Alfa Romeo Racing ORLEN team has looked strong… but points have remained elusive. In Portugal, in a race that once again saw very little attrition, we raced strongly, showing pace and grit but coming home just outside of the top ten.

Antonio and Kimi, starting in P12 and P15 respectively after a solid performance on Saturday, looked set to fight for the points all race: a good start placed the Finn in a good place, but contact with his team-mate brought the Iceman’s race to a premature end. Antonio, in the remaining C41, did a very good job in his first stint to keep Alonso’s Alpine at bay, before setting off in pursuit of Vettel after the pit-stop.

Antonio reeled in the four-time world champion before passing him with a decisive manoeuvre on the outside of turn one: he then controlled the two Aston Martins behind him, keeping them there until the chequered flag. With little action happening in front of the Italian, he crossed the line in P12.

No ultimate reward for the team, then, but the consciousness of being able to be there or thereabout when a race produces a few more surprises. It’s not yet where we want to be, but it’s a world away from where we were last year after three rounds. We keep working.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN and CEO Sauber Motorsport AG: “It was a mixed Sunday for us: on the one hand, we lost one car through contact between team-mates, which is one of the worst things that can happen, in a sporting sense, to a team; on the other hand, Antonio did a really good job in the remaining car, keeping behind most of our direct rivals and finishing just outside the points. We keep showing how competitive the car can be in the race, but we still miss something to be in the top ten in normal circumstances: our work doesn’t stop and we will keep pushing to get there consistently.”

Kimi Räikkönen (car number 7):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Chassis 04/Ferrari)
Race result: DNF
Fastest lap: 1:33.673 (L1)
Tyres: New Soft (1 lap – DNF)

“You never want to have contact with your team-mate, and this time unfortunately it was my mistake. I got caught out by the slipstream and ended up driving into Antonio. I couldn’t do much after that, the front wing got stuck under the car and I couldn’t steer: all I could do was go straight into the gravel. It’s a disappointment as we looked like we had decent pace, I made a really good start and the race could have been positive. The only upside was that at least Antonio didn’t get any damage and was able to continue.”

Antonio Giovinazzi (car number 99):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Chassis 03/Ferrari)
Race result: 12th
Fastest lap: 1:22.167 (L60)
Tyres: New Medium (22 laps) – New Hard (43 laps)

“I feel we got all we could from the race today: it wasn’t possible to get any closer than this to the top ten. After the contact with Kimi, from which thankfully I didn’t get damage, and the Safety Car, nothing really happened in the front which made it really difficult to break into the points: I started 12th and finished there. I still had a fun race, some battles with Alonso and Vettel which kept me busy: I was happy to be able to pass Seb and keep both Aston Martins behind until the race. We will continue working hard to get into the points soon.”

Facebook