Alfa Romeo Tonale: Il design


IL DESIGN: FEDELE ALLA CONCEPT CAR, ITALIANO E INCONFONDIBILMENTE ALFA ROMEO

Il design definitivo di Tonale è straordinariamente fedele a quello della concept car da cui prende origine, grazie allo straordinario lavoro compiuto dal Centro Stile Alfa Romeo.
Destinato a un cliente giovane, metropolitano e dinamico, Alfa Romeo Tonale propone un design distintivo, sensuale e proiettato al futuro, in cui si esaltano i nuovi canoni stilistici che rimarranno i punti fermi nello sviluppo della gamma Alfa Romeo: i cerchi ruota a 5 fori, il cluster nel quadro strumenti “ a cannocchiale”, il volante sportivo a tre razze e i fari a sinusoide. Le sue dimensioni compatte – lunghezza 4.53 metri, larghezza 1.84 m. e altezza 1.6 m. – racchiudono così l’unicità del design italiano e lo stile originale e moderno tipicamente Alfa Romeo, in una sintesi tra un heritage prezioso e l’anticipazione del futuro.
Vi ricorrono infatti stilemi entrati nella storia dell’automobilismo mondiale, come la “GT Line” che corre dal posteriore sino al proiettore anteriore rievocando le forme della Giulia GT e alternandosi con i volumi pieni ed eleganti, che richiamano vetture iconiche come l’8C Competizione. Sul frontale campeggiano l’inimitabile “Trilobo” e il distintivo “Scudetto” Alfa Romeo, che funge da punto di forza centrale.

La fanaleria anteriore “3+3” con nuovi fari Full-LED Adaptive Matrix evoca lo sguardo fiero di SZ Zagato o del concept Proteo. Sviluppati insieme a Marelli, i tre moduli compongono una frontline unica della vettura e forniscono al contempo luce diurna, indicatore di direzione dinamico e dispositivo “Welcome and Goodbye” (la funzione che si attiva ogni volta che il guidatore chiude o apre l’auto), garantendo le migliori condizioni di illuminazione grazie all’introduzione di due tecnologie sofisticate: l’“Adaptive Driving Beam”, che fornisce una regolazione continua dei fari anabbaglianti in base alla velocità e alle specifiche condizioni di guida, e la “Glare-Free High Beam Segmented Technology”, che rileva automaticamente il traffico frontale e/o nel senso opposto per evitare l’abbagliamento delle altre auto; e infine un terzo modulo che si attiva automaticamente nella svolta in curva per garantire la miglior illuminazione laterale. Queste tecnologie offrono più efficienza – in termini di durata e risparmio energetico con un’emissione luminosa doppia rispetto alle tradizionali lampade alogene e meno emissioni – e maggiore sicurezza, grazie al minore affaticamento degli occhi e un migliore comfort di guida.

Le luci posteriori presentano gli stessi elementi di stile dei fari anteriori e formano una sinusoide che avvolge completamente il lato posteriore della vettura, rendendola una vera e propria firma luminosa unica e distintiva.
La sensualità e il dinamismo della vettura si evincono anche dal lunotto posteriore avvolgente, che rende omaggio all’8C Competizione, e dal design dei cerchi in lega che ripropone lo stilema Alfa Romeo del “disco telefonico”.

Ispirati alla storia racing di Alfa Romeo, gli interni sono concepiti in funzione del guidatore, con tutti i comandi facilmente raggiungibili per un’esperienza di guida sicura e ineguagliabile. La stessa cura viene riservata ai passeggeri che hanno a disposizione lo spazio ideale per viaggiare comodamente. Nasce così un ambiente disegnato per e intorno agli occupanti, connotato da una meticolosa cura dei dettagli che sposa la ricerca continua della più elevata qualità.
L’ambiente interno di Tonale suscita emozioni vere, senza dimenticare la dotazione tecnologica di ultima generazione che assicura un’esperienza connessa e confortevole, mantenendo al contempo il piacere di una guida sportiva sempre ai vertici.

IL MODELLO IN DETTAGLIO
IL DESIGN:
FEDELE ALLA CONCEPT CAR, ITALIANO E INCONFONDIBILMENTE ALFA ROMEO

Straordinariamente fedele al Design del concept da cui prende origine, i tratti distintivi di Tonale racchiudono la sintesi perfetta tra il prezioso heritage del marchio e un’anticipazione di nuovi canoni.
Proiettori innovativi “3+3” all’anteriore e fanali posteriori a sinusoide per una “firma luminosa” inequivocabile, entrambi fedelmente ripresi dalla concept car.

In sintonia con la tradizione Alfa Romeo, spiccano la “GT Line” che corre dal posteriore sino al proiettore anteriore e il design dei cerchi in lega che richiama il concetto del “disco telefonico”.
Ispirato alla storia racing di Alfa Romeo, lo stile degli interni è concepito in funzione del guidatore ma anche per ospitare comodamente i suoi passeggeri.

L’accostamento tra materiali pregiati – la fredda solidità dell’alluminio e il calore e la morbidezza della pelle e di Alcantara – riflette la personalità di un cliente giovane, metropolitano e dinamico.
Abitacolo immersivo, accogliente e dinamico per chi ama guidare: quadro strumenti “a cannocchiale”, matrice stilistica Alfa Romeo, e volante sportivo a tre razze con palette cambio in alluminio.

Esterni

La nuova Alfa Romeo Tonale si presenta come logica conseguenza del percorso esplorativo che ha dato vita prima alla versione concettuale e poi alla vettura di produzione che ha il compito di confermare l’intensa attività di ricerca e sviluppo di stile. Lo studio, i molteplici riferimenti storici, le ispirazioni e lo sviluppo di questi importanti ingredienti hanno permesso al Centro Stile Alfa Romeo di dare in gran parte continuità a quelle peculiarità che hanno caratterizzato il concept. Nasce così una vettura accattivante che coniuga gli stilemi Alfa Romeo, reinterpretati in chiave contemporanea, con le caratteristiche del design italiano.

La fiancata è contraddistinta da una lunga curva al di sotto della linea di cintura, denominata “GT Line” dai designer Alfa Romeo, che corre dal posteriore sino al proiettore anteriore definendo il corpo vettura, la sua “attitudine” nella vista laterale. E nella parte inferiore della fiancata, un’opportuna modellazione delle superfici, dona sensualità e atleticità al corpo vettura. Sono tutti elementi caratteristici e profondamente radicati nel DNA del marchio, basti pensare che la “GT Line” evoca chiaramente le forme semplici e iconiche della Giulia GT. Quando si parla del “modellato”, di volumi pieni, di sensualità, non si può fare a meno di citare alcuni modelli entrati nella storia dell’automobile come l’8C Competizione e altre icone del marchio. Sono vetture apparentemente lontane per generazione e tipologia, che però sono perfettamente decifrabili guardando Tonale dai diversi punti di vista.

Sul frontale spicca la nuova formula dello scudetto “flottante”, non più facente parte del paraurti ma come elemento distinto. Sulla parte inferiore si trovano le due principali prese d’aria laterali che, insieme allo scudetto, danno vita a quello che oramai da parecchie generazioni è conosciuto come il “Trilobo”. Inoltre, nella parte alta del frontale si possono apprezzare i proiettori che confermano il concetto di “3+3”, anch’esso frutto di una rielaborazione di modelli iconici come la SZ Zagato o del concept Proteo. Ed è facile collegare la tridimensionalità della geometria del proiettore come la diretta propagazione della parte alta dello scudetto verso l’esterno. Lo stesso concetto viene rimarcato dalla sequenza di illuminazione del proiettore durante il “welcome light” e l’uso dell’indicatore di direzione.

Anche nella parte posteriore, il gruppo ottico è protagonista e ripropone la proposta fatta nel concept; una sorta di sinusoide che, attraversando il posteriore da lato a lato, diventa la “firma luminosa” inequivocabile di Tonale. Tornando ad alcuni elementi volumetrici, da sottolineare la forma del lunotto che con la sua rotondità e la oramai classica piega nella mezzeria inferiore caratterizza in modo sportivo e al tempo stesso elegante il volume alto posteriore della vettura. Anche in questo caso i riferimenti sono molteplici; se si osserva la parte alta – dove il DLO, il perimetro dei vetri laterali e la parte alta del lunotto si incontrano – il pensiero va subito a vetture iconiche quale l’8C Competizione. Tutto ciò mette in risalto come la contaminazione da altri modelli Alfa Romeo, diversi per segmento e generazione, sia stata importante anche nello sviluppo di Tonale. Lo stesso si può dire di un ulteriore elemento distintivo del nuovo C-SUV – la ruota “teledial” (disco telefonico) – che, tanto apprezzato sul concept, viene oggi confermato sulla vettura di produzione. Ecco allora riproposto il tema dei fori o del cosiddetto “disco telefonico”, risultato di un’evoluzione che inizia negli anni ‘60 con vetture iconiche come la 33 Stradale. In particolare, nel corso del tempo i fori sono via via aumentati nella dimensione per adeguarsi prima a soluzioni e concetti tecnici e poi sempre più ad esigenze legate al raffreddamento dei freni, alla leggerezza e alla resistenza. Così come un bel vestito esige una bella scarpa, i cerchi in lega di Tonale – disponibili da 17”, 18”, 19” e 20” – esaltano la silhouette del modello.

Interni

Il design degli interni di Tonale, che trae ispirazione della storia racing di Alfa Romeo, ne rievoca la passione grazie alle sue forme dinamiche e potenti. Le linee disegnate sono equilibrio di armonia e tensione e si ha la sensazione che l’intero veicolo sia sempre pronto a scattare.

Tutto è focalizzato e rivolto verso il guidatore ma allo stesso tempo l’abitacolo è stato studiato per ospitare comodamente i suoi passeggeri. Inoltre, l’ambiente dal carattere sportivo e tecnologico – come dimostra l’accostamento tra la fredda solidità dell’alluminio e il calore e la morbidezza della pelle e dell’Alcantara – riflette la personalità di un cliente giovane, metropolitano e dinamico.
Tra gli elementi più caratterizzanti il nuovo modello, spiccano il quadro strumenti “a cannocchiale”, di chiara matrice stilistica Alfa Romeo, e il volante compatto e dalla forma sportiva che assicura un feeling dello sterzo preciso e diretto, impreziosito dalle esclusive palette cambio in alluminio.
Il tunnel centrale accoglie uno degli elementi essenziali di Alfa Romeo, il nuovo selettore di modalità di guida D.N.A., e la plancia “driver oriented” è caratterizzata dalle bocchette del climatizzatore: quelle centrali sono sottili e quelle esterne propongono la famosa forma “a turbina”. Il tutto impreziosito dal tema texture diamantino – presente sulle mostrine di bocchette, tunnel centrale e maniglie – che trae ispirazione dalle lavorazioni meccaniche di precisione fatte mediante incisioni laser. Inoltre, la plancia presenta un inserto retro illuminato con effetto unexpected back light: quando la fascia è spenta appare una grafica mentre, quando si accende, la prima scompare e ne affiora una nuova di fondo grazie alla retroilluminazione disponibile in diverse colorazioni. La stessa caratterizzazione tridimensionale si ritrova sui tessuti dei sedili, dalle versioni base fino ad arrivare agli effetti gradiente con colore di fondo a contrasto, in Alcantara e pelle, sulle versioni più ricche. In particolare, i sedili ergonomici si adattano perfettamente a un impiego quotidiano e si contraddistinguono per uno stile giovane e tecnico dato da tessuti in neoprene derivati dall’abbigliamento sportivo. Gli interni di Tonale offrono quindi una straordinaria esperienza inclusiva grazie a un abitacolo immersivo, accogliente e dotato delle caratteristiche di dinamicità apprezzate da coloro che amano guidare.

Vuoi sapere altro sull’auto?

Alfa Romeo Tonale: la Metamorfosi

Facebook

There is no facebook feed selected or it was deleted.