Nella lotta, fino al limite – In the fight, down to the line


Se suona ripetitivo, è perché il senso di déjà vu è reale. Un’altra domenica, un’altra gara con attriti quasi inesistenti in cui siamo andati vicini alla top ten, ma non siamo riusciti a entrare in zona punti. Un’altra domenica, la quarta di questa stagione, in cui abbiamo dimostrato di poter lottare con tutte le vetture del gruppo, ma siamo rimasti appena fuori dalle posizioni che contano.

Un’altra P12 ottenuta con grinta, determinazione e lottando fino alla bandiera a scacchi, con Kimi Räikkönen che ha recuperato tre posizioni nelle fasi finali. Un’altra gara in cui uno sfortunato incidente – uno sgonfiaggio di una gomma durante un pit-stop – ha impedito a una delle nostre vetture di essere meritatamente in lotta per i punti.

Chiudiamo le prime quattro gare della stagione senza punti sul tabellone, ma con la consapevolezza che, se veniamo a bussare ogni fine settimana di gara, essendo la posizione migliore per raccogliere i pezzi se dovesse succedere qualcosa, i primi punti risultati arriveranno abbastanza presto. Due settimane per riorganizzarsi ora; due settimane per fare un altro passo avanti. Monaco.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN e CEO Sauber Motorsport AG:

“Oggi è stata un’altra gara in cui abbiamo dimostrato di poter lottare con tutte le vetture di centro classifica, ma siamo tornati a casa senza nulla da dimostrare. Finire appena fuori dalla zona punti in una gara con una sola macchina che non riesce a finire dimostra che siamo nel posto giusto per beneficiare di qualsiasi problema, ma sappiamo che dobbiamo ancora migliorare per entrare nella top ten per puro merito. Non ci perdiamo d’animo, abbiamo già fatto molti progressi e non intendiamo fermarci adesso “.


Kimi Räikkönen (auto numero 7):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Telaio 04 / Ferrari)
Risultato della gara: 12 °
Giro più veloce: 1: 22.868 (L54)
Pneumatici: New Medium (37 giri) – New Soft (28 giri)

“Abbiamo fatto del nostro meglio con un’auto che sembrava davvero buona. Ho fatto un buon primo giro, recuperando alcune posizioni, e poi ho fatto un lungo primo stint. Abbiamo sempre programmato uno stop unico e penso che la strategia fosse la migliore che potessimo scegliere oggi. Sfortunatamente, siamo andati ancora una volta molto vicini ai punti ma non abbiamo ottenuto nulla dalla gara. La Safetycar non ci ha aiutato, ma dobbiamo continuare a lavorare per trovare quel poco che manca ancora “.

Antonio Giovinazzi (vettura numero 99):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Telaio 03 / Ferrari)
Risultato gara: 15 °
Giro più veloce: 1: 22.802 (L42)
Pneumatici: New Soft (8 giri) – Usato Medium (31 giri) – Usato Soft (26 giri)

“Non è stata una gara facile, che è stata effettivamente compromessa dal problema che abbiamo avuto durante il pit-stop. Perdere tutto questo tempo e un nuovo treno di gomme è stato un duro colpo, soprattutto perché ho dovuto seguire un delta dietro la Safety Car e non sono riuscito a raggiungere il gruppo. Dopodiché, ho cercato di recuperare più terreno possibile, ma con poco successo davanti a me, il 15 ° era il risultato più possibile. Il nostro ritmo di gara non era male, ma alla fine è stata una giornata frustrante: spero che Monaco sia migliore – non vedo l’ora che arrivi “.

If it sounds repetitive, it is because the sense of déjà vu is real. Another Sunday, another race with almost non-existent attrition in which we went close to a top ten finish, but couldn’t break into the points. Another Sunday, the fourth this season, in which we showed we can fight with all the cars in the midfield, but we are left just outside the positions that count.

Another P12 obtained with grit, determination and putting up a fight until the chequered flag, with Kimi Räikkönen making up three places in the final stages. Another race in which an unfortunate incident – a deflating tyre during a pit-stop – took out one of our cars from being deservedly in the battle for points.

We close the first four races of the season with no points on the board, but with the knowledge that, if we come knocking every race weekend, being the best placed to pick up the pieces should anything happen, the top ten results will come soon enough. Two weeks to regroup now; two weeks to make another step forward. Monaco next.

Frédéric Vasseur, Team Principal Alfa Romeo Racing ORLEN and CEO Sauber Motorsport AG: “Today was another race in which we proved we can fight with all the cars in our section of the midfield, but we came home with nothing to show for it. To end just outside the points in a race with just one car failing to finish shows we are in the right place to benefit from any trouble, but we know we have to still improve to make it into the top ten on pure merit. We don’t lose heart, we have made a lot of progress already and we do not intend to stop now.”

Kimi Räikkönen (car number 7):
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Chassis 04/Ferrari)
Race result: 12th
Fastest lap: 1:22.868 (L54)
Tyres: New Medium (37 laps) – New Soft (28 laps)

 

“We did the best we could with a car that actually felt quite nice. I had a decent first lap, making up a few places, and then went for a long first stint. We were always planning for a one-stop and I think the strategy was the best we could choose today. Unfortunately, we went really close to the points once again but didn’t get anything out of the race. Only one retirement didn’t help us, but we need to keep working to find the little bit that is still missing.”

Antonio Giovinazzi (car number 99):    
Alfa Romeo Racing ORLEN C41 (Chassis 03/Ferrari)
Race result: 15th
Fastest lap: 1:22.802 (L42)
Tyres: New Soft (8 laps) – Used Medium (31 laps) – Used Soft (26 laps)

 

“It was not an easy race, which was effectively compromised by the issue we had during the pit-stop. To lose all this time and a new set of tyres was a blow, especially as I had to follow a delta behind the Safety Car and couldn’t catch up with the pack. After that, I tried to make up as much ground as possible, but with not much happening in front of me, 15th was as far as I could go. Our race pace wasn’t bad, but it ended up being a frustrating day: hopefully Monaco will be better – I am looking forward to it already.”

Facebook

["error","Unsupported request - method type: get See more<\/a>",18]
3 days ago

Unico…grande @kimimatiasraikkonen @mintturaikkonen

6 days ago

Vi aspettiamo per scambiarci gli auguri di Natale e trascorrere una piacevole giornata insieme!!! https://www.mitoclubjesolo.it/mcj/pranzo-di-natale-2021/